DANZARE LA MEMORIA. RIPENSARE LA STORIA
SPETTATORI DI PINA BAUSCH CERCASI.

Una call per recuperare ricordi e testimonianze di chi ha assistito agli spettacoli di Pina Bausch in Italia
Un progetto a cura di Susanne Franco per Piemonte dal Vivo/Lavanderia a Vapore – Centro Regionale per la Danza, in collaborazione con l’associazione COORPI e Cro.me. – Cronaca e Memoria dello Spettacolo.

Il progetto “Maratona Bausch. Danzare la memoria, ripensare la storia” – in programma con una due giorni alla Lavanderia a Vapore di Collegno il 16 e 17 novembre – rende omaggio a Pina Bausch in occasione dell’imminente decennale della sua morte, avvenuta nel 2009. La storia degli spettacoli del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch, che si sono susseguiti per decenni sui palcoscenici internazionali, è stata scritta da critici e studiosi e, dopo la morte di Bausch, è custodita dalla compagnia, con il suo repertorio, e dalla Pina Bausch Foundation con il relativo archivio. Ma la storia può anche essere trasmessa dagli spettatori che hanno voglia di raccontare i loro ricordi.

Per questo motivo la Lavanderia a Vapore di Collegno invita chi ha assistito agli spettacoli di Pina Bausch in Italia a comunicarlo tramite mail scrivendo a pedrazzoli@piemontedalvivo.it o telefonando allo 011 4320793 entro il 28 settembre 2018. I ricordi saranno parte di un corto metraggio sulla memoria degli spettacoli di Pina Bausch visti in Italia che verrà proiettato all’interno della stagione 2018/19 della Lavanderia a Vapore intitolata Quello che ci muove (ispirato al libro Quello che ci muove. Una storia di Pina Bausch di Beatrice Masini, edito da Rueballu).