Via al bando “Film in 4D – Vedere la musica, danzare le immagini”, promosso dall’associazione COORPI, la prima residenza finalizzata allo svolgimento di una ricerca artistica collettiva che ha lo scopo di realizzare una coreografia per un breve film di danza. L’idea alla base del progetto consiste nello sviluppo di una nuova concezione di ritmo, scandito dalle immagini in movimento di un film muto.

Fino alle ore 23.00 del 25 MAGGIO, è possibile inviare la propria proposta artistica per partecipare a questa prima edizione.

Qui il bando!

La call è rivolto ad artisti di età inferiore ai 35 anni e residenti in Italia, attivi professionalmente e/o in formazione professionale nel settore della danza (coreografi e danzatori) e/o del cinema (filmmaker, montatori, registi cinematografici, produttori), che saranno guidati dalla tutor internazionale, Helena Jonsdottir – coreografa e regista islandese.

L’obiettivo della residenza sarà sperimentare, all’interno del genere “dance film”, un modo nuovo e peculiare di intendere il ritmo oltre la dimensione propriamente musicale, attraverso l’utilizzo di un linguaggio ibrido e innovativo che sviluppi le potenzialità della danza  e al contempo quelle del cinema.
Il campo di indagine per la ricerca trae ispirazione dal celebre film di Dziga Vertov “L’uomo con la macchina da presa” (1929), noto per essere una potente opera di metacinema che esplora le possibilità compositive del linguaggio cinematografico e in cui il montaggio – e dunque il ritmo – hanno un ruolo centrale.

un progetto promosso da:
ASSOCIAZIONE COORPI
a cura di:
Rosa Canosa
con il sostegno di:
MiBACT e SIAE
nell’ambito dell’iniziativa:
“Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”
con il supporto di:
Fondazione Piemonte dal Vivo

Per maggiori informazioni consulta il sito o scrivi a:
info.coorpi@gmail.com