Lavanderia a Vapore / Il progetto


Un polo regionale dedicato alla danza, con una stagione composita, programmi di residenza e di formazione, un luogo attivo e aperto al territorio: si presenta ricco e articolato il rilancio della Lavanderia a Vapore, in concessione decennale alla Fondazione Piemonte dal Vivo, capofila di un progetto a 360° che punta a far diventare il complesso di Collegno un luogo di eccellenza nel mondo coreutico, grazie alla collaborazione di MiBACT, Regione Piemonte, Città di Collegno e al sostegno della Compagnia di San Paolo.

Elemento fondante è il riconoscimento della Lavanderia a Vapore come sede di una delle nuove Residenze Regionali, con l’obiettivo specifico di realizzare nei suoi spazi un luogo di residenza artistica permanente dedicato ai linguaggi della danza e della creatività contemporanea, in un’ottica di sviluppo internazionale.
Nell’ambito dell’accordo di programma MiBACT e Regioni, la Lavanderia a Vapore è parte del sistema delle residenze individuate in Piemonte, insieme a Terre di Circo a Fossano, Arte Transitiva a Biella, Casa del circo contemporaneo a Grugliasco, Prospettive teatrali a Pinerolo.
Nell’ottica di una condivisione generale degli obiettivi, è stato costituito un Raggruppamento Temporaneo di Organismi (RTO) che coinvolge nella governance i principali soggetti territoriali di promozione della danza: capofila la Fondazione Piemonte dal Vivo, con il Teatro Stabile di Torino / Torinodanza Festival, Teatro Piemonte Europa, Associazione Mosaico Danza e COORPI – Coordinamento Danza Piemonte.

Obiettivo è realizzare un vero e proprio centro regionale per la danza in grado di potenziare le opportunità di crescita degli artisti territoriali, divenendo al contempo luogo attrattivo per la creatività internazionale e la novità risiede nel pensarlo a partire da una condivisione reale di obiettivi e strategie - dichiara Paolo Cantù, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo. Per questo ci siamo immaginati un luogo “aperto” e condiviso, con una stagione dal titolo programmatico: Open 24/7, cioè sempre aperti, sia per quanto riguarda la programmazione che per i processi e le pratiche creative, quale punto di riferimento per operatori e artisti in stretto dialogo con il territorio.

Open 24/7 presenta un cartellone condiviso da ottobre a maggio, con più di 50 appuntamenti di danza, con incursioni nel mondo del teatro e della musica.
Il progetto artistico nasce in parte da spettacoli programmati da Piemonte dal Vivo e in parte dalla messa in rete di altri soggetti che operano nel settore (come Torinodanza Festival, Stagione TPE, Interplay, Solocoreografico), oltre alla stretta collaborazione con il Balletto Teatro di Torino che alla Lavanderia a Vapore mantiene la sua stagione 2015/2016.
L’inaugurazione ufficiale il 13 novembre è Opening, una notte bianca della danza, in cui si alterneranno dall’aperitivo a tarda notte brevi estratti di compagnie piemontesi e nazionali, performance al confine fra danza e arti visive, musica live e DJ set in collaborazione con Reset Festival. Nel corso della stagione le nuove creazioni di compagnie come E.sperimenti/GDO DanceCompany con Hopera (10 dicembre 2015), il Balletto Junior di Toscana con Romeo e Giulietta (28 gennaio 2016), il ritorno dello straordinario anglo-indiano Aakash Odedra (18 aprile 2016) e la danza-circo di Circoncentrique con Respire! si alterneranno ad artisti emergenti e under35 piemontesi e nazionali che stanno ottenendo importanti riconoscimenti, come TiDA – théâtre danse con Marco Chenevier, Zerogrammi, CollettivO CineticO, Claudia Catarzi, Giovanni Leonarduzzi, oltre alle restituzione pubbliche delle creazioni/studio realizzate in sede. Ci sarà spazio anche per la musica con progetti interdisciplinari che incrociano linguaggi differenti: tra gli appuntamenti il musical lo-fi dei Tre allegri ragazzi morti (19, 20 e 21 febbraio 2016), Ezio Bosso, in una serata unica che incrocia il suo piano solo con coreografie create per l’occasione (27 febbraio 2016), Paolo Fresu il 16 aprile 2016 in collaborazione con BTT e Rivoli Musica, oltre a progetti specifici in collaborazione con Musica90.

Accanto agli spettacoli e ai diversi progetti di residenza, la Lavanderia a Vapore ospiterà anche attività di formazione, rivolte sia a professionisti sia alla cittadinanza. Il calendario prevede una residenza masterclass, stage e seminari di alta formazione rivolti a danzatori e coreografi con la partecipazione di artisti italiani e internazionali, progetti di sostegno alla mobilitàtransfrontaliera, residenze formative (Workspace Ricerca X, ResiDance, Switch, Campolargo), collaborazione con altri soggetti internazionali, come con il Centre Choreographique National di Nantes diretto dalla piemontese Ambra Senatore.

In parallelo sono state definite anche diverse attività adatte a tutti, per adulti e bambini, per avvicinare i cittadini al mondo della danza.
Obiettivo del progetto è anche la promozione verso nuovi pubblici, con una particolare attenzione al coinvolgimento delle giovani generazioni attraverso appuntamenti musicali e prove aperte degli spettacoli. In questa direzione si inserisce anche Youngest Critics for Dance/YC4D, un progetto innovativo coordinato dall’Associazione Mosaico Danza per avvicinare i ragazzi al linguaggio della danza contemporanea e alla critica giornalistica.

La Fondazione Piemonte dal Vivo organizza un servizio navetta gratuito per la Lavanderia a Vapore in partenza dalla stazione “Fermi” della linea metropolitana nelle serate di spettacolo, in collaborazione con la cooperativa sociale Atypica/Villa5, coinvolta anche nella gestione di alcuni servizi, fra cui l’accoglienza di artisti e pubblico.

 

Lavanderia a Vapore
Corso Pastrengo 51, Collegno