21-30 marzo e 11-21 giugno 2018

Il Gran Ballo Excelsior ideato da Luigi Manzotti su musica di Romualdo Marenco, andò in scena per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano l’11 gennaio 1881. L’opera fu creata in Italia sull’idea, dominante nella società europea della fine del XIX secolo, del trionfo della Luce e della Civiltà contro l’Oscurantismo e la barbarie. Sono gli anni delle Esposizioni Universali dove vengono celebrate le conquiste del progresso, della rivoluzione industriale, dell’imperialismo coloniale e dell’affermazione del concetto d’identità nazionale con il suo correlato immaginario di riferimento. Il progetto Excelsior di Salvo Lombardo/Chiasma, si interroga su qual è l’eredità culturale oggi di quell’idea di “Occidente” della fine dell’Ottocento? Viviamo in una cultura neo-coloniale che (ri)propone sotto altre forme parte di quei valori? Gli immaginari visuali di allora riemergono ancora nell’Europa attuale ben camuffati? L’arte contemporanea, intesa nella sua accezione più vasta e interdisciplinare possibile, può e deve rileggere quei codici e favorire una riflessione comune su quelle istanze che hanno contribuito a costruire una separazione culturale, sempre più drammatica, che ha definito in Europa un “noi” contrapposto a “gli altri”. L’urgenza di un posizionamento etico e estetico nasce dalla necessità non solo di confrontarsi con quel passato, ma ancor di più, di identificare delle chiavi di lettura di un presente, che in particolar modo in Italia, sembra non avere strumenti adatti all’attualità multiculturale, che appare come un dato che deve tornare ad essere percepito come un valore e non come un problema.

Il progetto Excelsior è una co-produzione di Compagnia Salvo Lombardo | Chiasma, Festival Oriente Occidente, Festival Fabbrica Europa, Romaeuropa Festival, Théâtre National de la danse Chaillot, con il sostegno di Residenze Coreografiche Lavanderia a Vapore / Piemonte dal Vivo, Teatro della Toscana / Pontedera Teatro, Spellbound Contemporary Ballet e altri partner in via di definizione.

La residenza di Salvo Lombardo è parte del progetto di narrazione transmediale Convergenze Creative:

venerdì 22 giugno 2018 ore 5:34

Convergenze Creative

-