Rispondendo al mandato del Mibac, la Lavanderia a Vapore ha immaginato, per il prossimo triennio, un nuovo dispositivo aperto e dinamico, come efficace azione di scouting, in dialogo con le scuole di danza e con le comunità con cui la Lavanderia collabora.

Il progetto si fonda sul confronto con gli attori del territorio interessati alla promozione della cultura della danza (cooperative, associazioni sportive, associazioni culturali e di promozione sociale…)  e interpella gli attori del proprio sistema culturale di riferimento (membri della RTO e Comitato Scientifico) per disegnare ogni volta un dispositivo capace di cogliere le potenzialità che emergono da questo ascolto e di strutturare di volta in volta interventi di sostegno differenti.
Nel corso della stagione 2018 – 19 il progetto prevede la costruzione di un Young Board composto da un gruppo di studentesse di scuole di danza e il coinvolgimento di un gruppo di richiedenti asilo in alcuni progetti coreografici promossi in Lavanderia.

Un primo esempio è la collaborazione nata con la Cooperativa Atypica per One Blood Family con i richiedenti asilo e per la residenza Dialogues fragments and stream’s gestures con la Compagnia EgriBiancoDanza, Balletto Teatro Torino e Scottish Ballet.

Obiettivo delle residenze trampolino è sostenere e accompagnare lo sviluppo di alcune progettualità emerse nel corso dell’anno nell’intento di mettere a punto nei prossimi tre anni un modello di riferimento che migliori la governance della Lavanderia rispetto a queste realtà e alle criticità e potenzialità che queste portano con sé.