Dal 1° luglio il Piemonte diventa un unico grande palcoscenico per lo spettacolo dal vivo: teatro, danza, musica e circo contemporaneo, in spazi all’aperto, giardini, dimore storiche e arene estive, con oltre 100 repliche. Un unico cartellone, per luoghi e pubblici diversi, da Verbania a Cuneo, da Biella ad Asti, e ancora Alessandria, Novara, Torino, Vercelli. Tutte le province piemontesi hanno risposto all’invito di Piemonte dal Vivo per una ripartenza all’insegna delle arti performative. Il programma – che ha ancora margini di incremento – esplicita, a un primo sguardo, la sua duplice natura di offerta culturale di alto profilo, nel rispetto di nuove regole e setting, e di motore di ripresa per il comparto dello spettacolo dal vivo piemontese.

Bistagno (Al), Casalborgone (To), Chivasso (To), Ciriè (To), Cuneo, Costigliole d’Asti (At), Leini (To), Pinerolo (To), Saluzzo (Cn), Savigliano (Cn), Tortona (Al), Verbania, Vercelli sono i Comuni che insieme a Piemonte dal Vivo hanno deciso di offrire ai propri cittadini una proposta culturale. In alcuni casi si tratta di opportunità anche per quegli abbonati delle stagioni 2019/2020 che non hanno potuto utilizzare i biglietti per gli spettacoli programmati nelle settimane di chiusura (per le info di biglietteria, specifiche per ogni sede, consultare il sito piemontedalvivo.it). 

Tra gli artisti in programma: Bandakadabra, Alessio Boni e Omar Pedrini in 66/67, Michele Placido al timone di Amor y Tango, Giobbe Covatta ne La Divina Commediola. E ancora: Michela Murgia in Istruzioni per diventare fascisti, Mario Perrotta ne In nome del padre, Peppe Servillo & Solis String Quartet con il concerto Presentimento, Roberto Castello con Mbira e Lella Costa in La vedova Socrate.


Dal 10 luglio, in collaborazione con il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, i giardini della Reggia di Venaria ospitano, il venerdì e il sabato, dalle ore 18.00 alle ore 22.00 circa, proposte di teatro per famiglie, danza contemporanea, musica e prosa. Più di 50 spettacoli, fino a metà agosto, per unire alla visita dei magnifici spazi reali un’occasione di grande spettacolo dal vivo. Tra gli artisti in programma nel main stage, a partire dalle ore 20.30: Silvia Gribaudi con Graces – site specific (10 luglio), Maria Amelia Monti in Si è fatto tardi molto presto (11 luglio), Alessandra Faiella in La versione di Barbie (7 agosto), Moni Ovadia con Laudato Si’ (8 agosto), Cristina Donà e Daniele Ninarello in Perpendicolare (15 agosto).

Per le famiglie, il palinsesto prevede, ogni venerdì e sabato a partire dalle ore 18, un programma dedicato presso il Boschetto della Musica, con proposte di prosa di Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, Assemblea Teatro e Onda Teatro, spettacoli di circo della compagnia Artemakia, diretta da Milo Scotton, e opere di danza della compagnia Tardito/Rendina.

Per quanto riguarda la musica, i giovani artisti del Conservatorio G. Verdi di Torino e dell’Accademia di Musica di Pinerolo si esibiranno alla Cascina Medici dalle ore 18.30, il venerdì e il sabato. Il circo contemporaneo di MagdaClan colorerà, infine, il Giardino delle Rose il 25 luglio, il 7 e 8 agosto.

La programmazione lascia ampio spazio alle attività di formazione, inclusione e benessere potendo contare sugli ampi spazi dei giardini della Reggia. L’Allea Reale ospiterà il 10, 24 e 31 luglio una tappa del progetto Sacre, ideato e promosso dalla Lavanderia a Vapore di Collegno, che coinvolge scuole di danza coordinate dai tutor Viola Scaglione, Elena Rolla e Stefano Mazzotta, per un grande progetto collettivo, omaggio al Sacre du Printemps di Igor Stravinsky. Ancora, ogni venerdì la Reggia ospiterà Dance Well, pratica rivolta alle persone affette da Parkinson, realizzata in collaborazione con Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani e Insieme di Pratiche Filosoficamente Autonome.

Per assistere alle attività spettacolari, sarà sufficiente il biglietto di ingresso alla Reggia che fino al 16 agosto prevede un’apertura straordinaria serale (tutti i giorni fino alle ore 22; la domenica fino alle ore 18.30). 


Tra i progetti selezionati tramite il bando Corto Circuito – uno stanziamento di 500 mila euro messo a disposizione da Piemonte dal Vivo come primo atto concreto in risposta all’emergenza sanitaria – le prime a prendere il via sono nove proposte per i mesi estivi: Le Notti di Cabiria di Cabiria Teatro e NU 2020 Community and Performing Arts di Rest-Art a Novara; Festival Nazionale di Luigi Pirandello e del teatro piemontese dell’Associazione Lingua Doc a Coazze (To); Paesaggi di S-Confine di Teatro e Società a Pomaretto e Perosa Argentina (To); Piedicavallo Festival di Nuvolanove a Piedicavallo (Bi); I Live Show di Mulino ad Arte tra Cumiana, Orbassano e Piossasco (To); il festival Arena delle Alpi dell’Associazione Revejo a Venaus (To); EverGreen Fest di Tedacà al Parco della Tesoriera di Torino tra luglio e agosto; ripArte de Il Cerchio di Gesso / Cubo Teatro negli spazi OFF Topic di Torino.

Il circo contemporaneo, disciplina sempre più presente nel circuito piemontese, sarà inoltre protagonista ad Asti, Grugliasco (To), Moncalieri (To), Mondovì (Cn) e Venaria (To) grazie alla rinnovata collaborazione con la Fondazione Cirko Vertigo.

Anche i festival estivi, da sempre partner di Piemonte dal Vivo, si sono ri-immaginati alla luce delle nuove disposizioni normative: CROSS festival con Walk Edition dal 9 luglio al 26 settembre, in un’edizione diffusa nella provincia del Verbano Cusio Ossola; la 42esima edizione di AstiTeatro, che dal 28 agosto al 6 settembre porterà ad Asti il meglio della drammaturgia contemporanea; la terza edizione di Attraverso Festival, che proporrà spettacoli diffusi nell’area Unesco di Langhe-Roero e Monferrato tra la fine di agosto e l’inizio di settembre; Mirabilia a Cuneo a settembre, con un focus dedicato alla danza italiana. 


Grazie alla collaborazione con l’Università di Torino, dal sito di Piemonte dal Vivo sarà possibile accedere a tutta l’offerta estiva tramite la piattaforma FirstLife, sviluppata dal gruppo di ricerca “Social Computing” del Dipartimento di Informatica, guidato dal Prof. Guido Boella. Nuovo strumento per una fruizione smart e agile, FirstLife è una piattaforma di crowdsourcing basata su una mappa interattiva i cui i contenuti riguardano le attività e i progetti associati ai luoghi; su di essa sarà possibile per gli utenti interagire, partecipando a discussioni, gruppi tematici ed eventi.