7 – 9 dicembre 2018
3 – 5 maggio 2019

La Danza Sensibile è una pratica di movimento cosciente che intende condurre ad una maggiore conoscenza di sé, del proprio corpo, delle proprie sensazioni ed emozioni. Tale pratica allena corpo e mente all’ascolto profondo dei messaggi del corpo. Essa propone di rivisitare alcune tappe fondamentali dell’evoluzione, rivivendo consapevolmente il processo di verticalizzazione dell’essere umano, in maniera da ritrovare il senso e la potenzialità contenuti nella forma e nella struttura dei nostri corpi, e della loro memoria evolutiva. Questa pratica offre di confrontarsi con le risposte inattese che emergono spontaneamente dal corpo, di riattualizzarle nella nostra relazione al presente,
aprendo nuove possibilità di espressione. La danza sensibile propone di partire dall’ascolto sottile per danzare lo spazio interno ed esterno e vivere la propria danza dell’attimo presente, frutto del dialogo dinamico tra sensazione, movimento interno e la loro espressione danzata.

Claude Coldy
All’età di vent’anni, dopo gli studi tecnologici scopre la danza. Si appassiona e si forma a Parigi in danza contemporanea classica e jazz. Segue anche una formazione di attore e di mimo e prende parte a vari spettacoli in ambito teatrale, televisivo, cinematografico partecipando a vari festival di danza internazionale. Dagli anni ’90 si dedica all’insegnamento e alla diffusione della Danza Sensibile; dal 2000 sviluppa cicli di formazione per artisti e futuri insegnanti collaborando con istituzioni quali il Teatro Dimora – Arboreto Mondaino, CID Centro Internazionale per la Danza, ICTGDS Bruxelles, Wolfgang Universität Essen, per preparare una nuova generazione di artisti ed insegnanti di Danza Sensibile e svilupparne il movimento.

Contatti
mail poprickypop@libero.it – Compagnia Tecnologia Filosofica / Riccardo Maffiotti